domenica 28 aprile 2013

Dagli appenDini alle Ande

Poichè alla malattia mentale non vi è mai fine, ecco un piccolo aggiornamento!
Un paio di mesi fa ho ordinato una Fairyland Feeple F60 Mirwen (60 sta per 60cm di altezza!). E' una ball jointed doll (BJD). Una delle mie foto preferite che si trova in internet del modello che ho orinato è questa:



L'ordine include solo la bambola: parrucca, occhi, vestiti e scarpe sono da comprare a parte quindi ogni modello di BJD viene personalizzato dal proprietario.
Nell'attesa ho fatto un po' di preparativi.
Ho comprato un armadio



Dove ho messo il set di vestiti di Yu della Volks (questa sotto, per intenderci) e qualche altro vestito che ho comprato





Ed ho finito di dipingere tutti gli appendini che ho fatto col legno.
Ho fatto quelli per appendere le gonne




Quelli per appendere giacche e magliette



E quelli per appendere i pantaloni



E' stata una cosa un po' laboriosa, soprattutto perchè non avevo mai lavorato il legno prima di questo esperimento ma ne sono molto soddisfatta!

domenica 14 aprile 2013

Appendini per i vestiti delle bambole - Doll hangers

Pare che trovare appendini piccoli in Italia sia una cosa assolutamente in possibile! In America, invece, ne esistono un'infinità di modelli, per giacche, per pantaloni e per gonne. L'unico problema è che, nonostante il cambio col dollaro sia ancora vantaggioso, i prezzi per questi articoli è comunque elevato e i costi di spedizione sono proibitivi. Ho quindi deciso di farli da sola!
Devo dire che le persone si sono ingegniate in tantissimi modi per realizzare degli appendini: chi ha usato del fil di ferro

chi ha ritagliato del cartone


chi ha usato i bastoncini tipo quelli del gelato


ma nessuna idea mi ha convinto veramente. Poi ho visto questi

ed è stato amore!
Ho realizzato la sagoma su carta della dimensione adatta. Ho fatto sia quella per magliette che quella per pantaloni. L'appendino per i pantaloni è meno carino ma sulla forma si può spaziare poco dato che serve il buco interno per infilarli.


Ho ricalcato la sagoma su un foglio di compensato 5mm


e con la sega da traforo ho ritagliato la sagoma. Non avevo mai usato prima una sega da traforo e devo dire di essermi avvicinata con dovuta cautela dato che tutto quello che può mozzare dita, come affettatrici, seghetti, lame dei robot da cucina, tagliaerbe e affini, mi incute un po' di timore (la mia bisnonna ci rimise la punta di un dito con l'affettatrice e una mia conoscente si è affettata mezzo piede col tagliaerbe!). Comunque si fa di necessità virtù e pian piano sono riuscita a ritagliare i miei primi appendini.
Adesso sono tutti da sagomare per bene con la carta vetrata ma sono a buon punto!