sabato 4 agosto 2012

Pasta modellabile Tamiya

Col caldo è risaputo che io vada in stato catatonico, ritrovandomi ad oziare sotto l'aria condizionata per intere giornate!

Tuuuuuuuuttavia ho cominciato un po' a dedicarmi ai regali di Natale!
Lo scorso dicembre in Giappone ho acquistato un po' di materiali nuovi e ho deciso di provarli. Tra questi la pasta della Tamiya.


E' una pasta bianca, morbida e leggerissima, che serve per riprodurre, con l'aiuto di stampi, biscotti, torte, gelati e dolcetti vari.


A differenza del Fimo, la pasta della Tamiya essicca all'aria in poche ore mantenendo una consistenza spugnosa. Per chi la conosce, ricorda un po' la pasta Fuwa Fuwa ma col vantaggio di non essere così fragile e di essere resistente all'acqua.
La Tamiya, però, è bianca e va colorata.


Ho scoperto solo in un secondo momento che esistono coloranti appositi, da mischiare alla pasta, rendendola già del colore desiderato, così come esistono polverine (simili agli ombretti per gli occhi) da usare  sulla pasta già essiccata, per ombreggiare e dare un effetto più realistico.


Io ho ovviato alla mancanza utilizzando la polverina dei gessetti colorati ottenendo questo primo risultato.



Nessun commento:

Posta un commento