mercoledì 15 febbraio 2012

Tokyo 2.1 - Shogatsu, Tempio Zojoji, Shinjuku

Sabato 31 dicembre e domenica 01 gennaio

E siamo quindi giunti all'ultimo giorno del 2011! Non sono mai stata un'amante dei festeggiamenti di Capodanno né ho mai aspettato con ansia l'inizio dell'anno successivo augurandomi di voltare pagina e di cominciare un anno migliore. Da che mi ricordi, ho sempre trascorso queste serate in modo molto tranquillo, andando a letto poco dopo lo scoccare della mezzanotte!
Essendo in Giappone, però, è stato quasi d'obbligo unirsi ai festeggiamenti dello Shogatsu, nella tradizione del paese.
Poichè la giornata si prospettava più lunga delle precedenti, la mattina del 31 ci siamo alzati con calma e siamo usciti verso l'ora di pranzo. Abbiamo girato senza una meta precisa tra i negozi di Shinjuku, Shibuya e Ikebukuro, aspettando la sera per poi dirigerci verso il tempio Zojoji, ai piedi della Tokyo Tower.


L'ambientazione era molto suggestiva! Le luci erano basse e l'intera area era illuminata dai lampioncini appesi  lungo il perimetro del tempio. La Tokyo Tower, con la sua luce arancione, si stagliava contro il nero plumbeo del cielo.

Di fianco al tempio avevano allestito un po' di bancarelle e poco distante alcuni uomini si esibivano nella cerimonia del mochituki, la preparazione del mochi. Il mochi è riso cotto pestato in un mortaio fino ad ottenere una pasta morbida e appiccicosa che è la base per la realizzazione di molti dolci tipici giapponesi.
Questa cerimonia è legata ad una famosa favola giapponese che vede raffigurato nella luna piena un coniglio (tsugi no usagi 月の兎, il coniglio lunare) che pesta il mochi in un mortaio.
(La foto che segue l'ho trovata in internet).


Più si avvicinava la mezzanotte, più le persone si accalcavano nei pressi del tempio di fianco alla campana, dove poi i monaci hanno recitato le preghiere. Era anche presente una sorta di figura politica, forse tipo il nostro sindaco, che ha pronunciato un discorso (come fa in Italia il presidente della repubblica) col quale ha ripercorso i punti salienti dell'anno che si andava a concludere. Col mio giapponese non ho capito molto ma ho sentito che ha parlato a lungo dei disastri e delle vittime causate dal terremoto e dallo tsunami.







Qualche minuto prima di mezzanotte la Tokyo Tower si è spenta, per poi riaccendersi con un'illuminazione differente e la scritta 2012 all'altezza dell'osservatorio centrale.

Allo scoccare della mezzanotte, i palloncini trasparenti che la maggior parte delle persone tenevano in mano, sono stati liberati e il cielo è stato invaso da migliaia di palloncini alla cui estremità era stato legato un bigliettino con un desiderio per l'anno nuovo. 
Questo il video del countdown:
video

Subito dopo la folla si è dispersa, dividendosi tra chi andava a battere i rintocchi della campana e chi andava verso la Tokyo Tower per scattare qualche foto e ammirare da vicino la sua nuova vestizione.
Anche noi abbiamo scelto di fare una passeggiata, avvicinandoci però alla fermata della metro per rientrare in albergo.




La mattina successiva ci siamo alzati abbastanza presto e siamo andati a fare un giro a Shinjuku, consapevoli però del fatto che la maggior parte dei negozi sarebbe stata chiusa.
Qualcosa di aperto, tra i negozi più grandi e i centri commerciali, lo abbiamo trovato comunque. Abbiamo quindi fatto un bel giro in una delle più grandi librerie di Tokyo, il Books Kinokunya, il cui settimo piano è interamente dedicato ai libri per stranieri


Mentre eravamo lì che sbirciavamo tra i libri, siamo stati sorpresi da una forte scossa di terremoto. Il palazzo ha cominciato a muoversi a destra e a sinistra in modo piuttosto violento ma prontamente una voce al microfono ha avvisato tutti di restare calmi e di non usare gli ascensori.
Una volta rientrati in hotel, abbiamo letto che il terremoto era stato di magnitudo 7 con epicentro nell'isola di Torishima, a 560 km da Tokyo.

Girovagando qua e là, abbiamo anche scoperto la nuova era dei distributori automatici, da sempre protagonisti nella vita dei giapponesi: i distributori touch screen!


video



Nessun commento:

Posta un commento