sabato 25 febbraio 2012

Tokyo 2.1 - Akihabara, Nakano Broadway e Shibuya

Martedì 3 gennaio 

In questo giorno  avremmo dovuto incontrare Daisuke e Mayumi a Odawara ma purtroppo l'influenza di lei e della figlia ha fatto saltare tutti i piani. Avevamo portato un po' di pensierini per tutta la famiglia ma siamo stati costretti a preparare un pacco e spedirlo.
Non avevo mai spedito pacchi in Giappone e quindi avevo paura di non saltarci fuori, invece è stato abbastanza semplice, grazie, come sempre, all'efficienza del paese e dei propri abitanti! Non è stato necessario andare in posta ma ci siamo affidati al corriere Kuro Neko (gatto nero) che opera su tutto il territorio a tariffe davvero vantaggiose. Inoltre non è stato necessario trovare una sede del corriere poichè alla reception avevano già un tagliando da compilare per il ritiro. L'addetto alla reception è stato gentilissimo e ha compilato per me il bollettino con l'indirizzo, ha misurato il pacco, ha calcolato la tariffa (circa 8e) e si è occupato di chiamare il corriere per il ritiro.  Il giorno dopo il mio pacco è stato recapitato al destinatario! Ahhhh che bello essere in un paese dove tutto funziona!
Rimasti orfani dei nostri programmi, abbiamo dedicato la giornata allo shopping sfrenato tra Akihabara, Nakano Brodway e Shibuya.


Sempre più fila davanti al locale delle AKB48!



Nel pomeriggio ci siamo spostati a Nakano.
Questa la galleria di Nakano Broadway


Mi sono dovuta assolutamente soffermare ad ammirare la vetrina di un negozio che trattava quasi esclusivamente oggetti di Walt Disney. Le statuine in finissima porcellana esposte erano davvero bellissime (e costose!).




Questa di Trilly la mia preferita!




Infine verso sera siamo andati a Shibuya per una delle più incredibili esperienze vissute: i saldi del Shibuya 109!
La sera prima dell'inizio dei saldi, il 2, le ragazze più agguerrite hanno dormito coi sacchi a pelo davanti alle porte d'ingresso del 109 per essere le prime ad entrare la mattina successiva ed accaparrarsi i capi migliori!
Noi siamo andati a curiosare verso sera!
Il video che ho fatto è molto breve perché, come al solito, era vietato fotografare ma rende abbastanza l'idea  dell'atmosfera di confusione totale che regnava ai vari piani!
Le commesse facevano a gara a chi urlava più forte e a chi si arrampicava nel posto più alto!

video

Un'esperienza unica ma da vivere a piccole dosi perché dopo un po' tutta quella confusione ti fa venire un certo mal di testa! Devo comunque ammettere di aver capito il motivo di tanta ressa all'interno di questo centro commerciale: i più bei vestiti li ho visti lì dentro, così come le più belle ragazze di Tokyo!

Nessun commento:

Posta un commento