lunedì 6 giugno 2011

Ikebukuro, Shibuya e bacchetta di Creamy

Sto effettivamente perdendo la concentrazione sul resoconto del viaggio, perché, com'è mia consuetudine, la mia attenzione è già rivolta ad altri progetti. Comunque manca ormai poco al termine del viaggio quindi cercherò di non procrastinare oltre!
Tra l'altro vedo che ci sono sempre tante persone che leggono i miei post ed immagino siano tutti appassionati del Giappone o di anime. Mi farebbe piacere se ogni tanto mi lasciaste un commento anche con vostre esperienze o impressioni su un luoghi visitati!
Detto questo, riprendiamo!

Giovedì 14 Aprile

Ormai i luoghi che avevamo in programma di visitare li avevamo visitati, quindi abbiamo lasciato gli ultimi giorni ai giri stile "và dove ti porta il cuore"!

Quel giorno il cuore ci ha portati ad Ikebukuro a visitare il Sunshine60.
Il Sunshine è un grattacielo di 60 piani sulla cui sommità è situato un osservatorio. Nell'anno del suo completamento, il 1978, questo grattacielo, con i suoi 240m d'altezza, era il più alto di tutta l'Asia e lo è stato di Tokyo fino a quando non è stato superato dal Metropolitan Governement Building.

Il Sunshine60 fa parte di un complesso chiamato Sunshine City, che ospita uffici, negozi e attrazioni varie come un acquario, un plaentario , un museo e perfino un parco divertimenti della Namco. Una vera e propria città nella città.
Nonostante le scosse avvertite nei giorni precedenti, abbiamo comunque deciso di salire fino all'osservatorio. In fondo se l'edificio aveva retto al terremoto dell'11 marzo, avrebbe resistito anche con le scosse di assestamento successive, no?! Forse, però, in pochi la pensavamo così dato che ad ammirare la città dall'alto c'eravamo solo in 4!! E, detto tra noi, meglio che in quel lasso di tempo non ci sia stata nessuna scossa perché non oso immaginare quanto si possa oscillare al 60° piano!!! ^_^'
L'ascensore che sale fino all'osservatorio è esclusivamente adibito a quello scopo e non fa quindi fermate intermedie. Io ero impreparata allo spettacolo a cui avrei assistito e non ho fatto in tempo a fare alcuna ripresa di quel breve ma incredibile "lancio"!
All'apparenza sembrerebbe un ascensore normale ma quando le porte si chiudono, le luci si spengono e il soffitto si accende a ricreare la volta celeste mentre le pareti si illuminano di un blu e le immagini dei segni zodiacali si susseguono man mano.
Quando mi sono resa conto di questo, ho acceso la macchina fotografica ma dato che ha dei tempi biblici di accensione, sono solo riuscita a scattare questa foto che è completamente scentrata! Però almeno si capisce un po' l'ambientazione!


Sul pannello dei comandi c'era un display che mostrava la velocità dell'ascensore. Il picco è stato raggiunto circa a metà corsa ed era di 600 m/sec.
Già in aprile, a causa dell'umidità e dello smog, la visibilità è molto scarsa quindi non si riesce a godere di un bel panorama. Ci si può però rendere conto di come a Tokyo venga sfruttata anche la sommità degli edifici!

Su questa scuola c'è una piscina

Sul tetto dei magazzini Tobu c'è allestito una specie di palco o bar


Sul tetto del Labi un campo da tennis con tavolini e ombrelloni


L'acquario era chiuso per manutenzione ma un giro in un altro spettacolare ascensore non si può certo rifiutare!
Le pareti esterne

Le porte interne dell'ascensore


Le pareti con piccoli schermi LCD con filmati di pesci

Nel tornare indietro ci siamo fermati a Shibuya per fare un giro alla Mandarake. Tra tutti quelli sparsi per Tokyo, quello di Shibuya è, secondo me, il più fornito ed interessante dal punto di vista shojo (insieme a quello di Akihabara).
Ed ecco infatti che al Mandarake di Shibuya vedo esposta la bacchetta di Creamy e, dato che ormai era divenata un'ossessione, ho chiesto al commesso di poterla vedere da vicino ma, una volta presa in mano, nessuno è più riuscita a togliermela e l'ho dovuta comprare!!!
La sera, in albergo, l'ho rimirata a lungo ignara del fatto che pochi giorni dopo avrei dovuto riportare quella stessa bacchetta nel negozio in cui l'avevo comprata!

2 commenti:

  1. Ciao! Seguo da pochissimo il tuo blog :)
    Rileggendo i tuoi post rivivo un po il viaggio fatto un anno fa esatto nell'amato Giappone.. Quanto mi manca!!!
    Anche io di tanto in tanto scrivo delle nostre avventure in terra nipponica, appena tornata non ci riuscivo perchè la memoria era ancora troppo fresca. A distanza, invece, mi vengono alla mente più cose e riesco a raccontarle meglio :)

    Anche a me avevano stupito tantissimo le case con la piscina o i campi da tennis in cima!! XD
    E aggiungo, con orgoglio, che avrei comprato anche io la bacchetta di Creamy!! Pensa che ad Akihabara siamo entrati in un negozio vicino all'uscita del metrò dove l'intera vetrina era dedicata all'imminente uscita del merchandising di Creamy Mami!!! C'erano persino le bacchette per il cibo a forma di bacchetta magica *__*
    Purtroppo il tutto sarebbe stato disponibile dal 27 giugno, ma ahimè noi in quel periodo ci eravamo già spostati a sud e quando siamo tornati a Tokyo per la partenza verso l'Italia non abbiamo avuto modo di tornare in quel negozio.
    Ma il prossimo anno ci voglio andare!!!! :D

    Ops, che commento kmetrico! O__O

    RispondiElimina
  2. Ciao! Grazie di essere passata e del commento!!
    Secondo me il negozio di cui parli è il Kotobukiya al piano terra di Radio Kaikan. Hanno sempre tantissime cose di Creamy!

    RispondiElimina