venerdì 4 marzo 2011

Arrivato il Japan Rail Pass!

Dopo approfondita ricerca sul "dove, come, quando e quanto" del JRP, ho deciso di procedere con l'acquisto del pass da 14gg. Noi ne restiamo via 15 quindi il giorno del ritorno sarà scoperto. Ma poco male: in questo modo posso togliermi anche la voglia di viaggiare sul nuovo Skyliner!
Bene o male, i costi del pass si equivalgono. Chi applica un cambio esatto yen/euro, aggiunge poi una tassa di agenzia, mentre chi pare non applichi questa tassa, applica invece un tasso di cambio più alto. A questo, poi, bisogna aggiungere anche le spese di spedizione per chi non può andare a ritirare personalmente il pass. Infatti, i rivenditori del JRP in Italia non sono tantissimi e si trovano comunque nei principali capoluoghi, come Milano, Roma o Firenze.
Taducendo questo discorso in soldoni, alla fine si arriva a pagare dai 420 ai 450 euro per un pass da 14gg.
Per caso sono capitata sul sito francese Vivre Le Japon dove il pass costa 388 euro. Non ci sono spese di agenzia, nè ricarichi per pagamento con carta di credito. La spedizione viene fatta con Fedex a 10 euro.
Il sito mi sembrava serio e ho deciso di acquistare. Pagamento fatto la sera del 2 marzo, spedizione fatta il 3, busta con i pass arrivata questa mattina 4 marzo! E' andata bene!


1 commento:

  1. NON SCEGLIETE "VIVRE LE JAPON" (O "Voyageurs au Japon" o "japan-rail-pass.it/fr/es/ecc")!

    Non perchè non spedisca i biglietti del Jr Pass, cosa di cui sono capaci tutti, ma piuttosto perchè nei momenti di necessità in cui si vede veramente l'affidabilità di una società si comportano in modo veramente DISONESTO.

    Io ho prenotato 2 biglietti del jr per 21 giorni (quindi parliamo di 1000€ in totale) la notte del terremoto in Giappone, tipo 6 ore prima di questo. Il giorno dopo ho scritto subito alla compagnia per fermare l'ordine prima che lo emettessero. Ciò significa che a loro è arrivata una mail di richiesta con a seguito una mail di annullamento.

    Ebbene credete che mi abbiano rimborsato totalmente? Assolutamente no.
    Si sono tenuti 100€ (il 10%) come mora. 10% del totale che comprendeva anche le spese di spedizione, tra l'altro (quindi pagate senza nessuna spedizione effettiva).

    Naturalmente il problema non sono i soldi, ma la disonestà con cui questa gente se ne approfitta e lucra su una tragedia del genere.
    TUTTE e dico TUTTE le compagnie con cui avevo avuto rapporti per la prenotazione del viaggio hanno rimborsato al 100%, comprese Alitalia (!) ed Expedia (con un albergo non rimborsabile).

    Inoltre qui stiamo parlando NON di un ordine fatto molto tempo prima, quindi concluso e spedito, ma di un ordine SUBITO bloccato.

    Per concludere non hanno nemmeno un servizio clienti in italiano, dovrete sapere il francese o il giapponese per parlare con il loro operatore. E se riuscirete grazie all'aiuto di qualche amico francese a mettervi in contatto con loro, beh, troverete una centralinista che ammette che il vostro ordine non è nemmeno stato effettuato e che meritate il rimborso ma subito dopo un dirigente vi scriverà per mail che si tiene i vostri 100€ rubati perchè "non possiamo spiegarle il motivo del 10% ma mi creda, è la cosa giusta da fare" (cit.) nemmeno fosse un film di supereroi

    Un consiglio? TENETEVENE ALLA LARGA!
    Comprate i vostri biglietti da www.jrpass.com o da www.jtbitaly.eu (che tra l'altro ha rimborsato tutti i suoi clienti del 100% a seguito del disastro). Magari spenderete 10€ in più ma non contribuirete a far proliferare un mucchio di imprenditori disonesti.

    - Anna

    RispondiElimina