domenica 5 dicembre 2010

Week end a Milano e JLPT N5

Eccoci di nuovo a casa dopo un bellissimo week end a Milano!
L'impatto col traffico è sempre un pò traumatico per chi non è abituato a vivere in grandi città. E per fortuna che adesso ci sono i nevigatori! Mi chiedo spesso come si facesse prima, eppure....si faceva!!

La tappa iniziale è stato il negozio di cibi asiatici Kathay, dove abbiamo acquistato un pò di confezioni di soba, una bottiglietta di sobatsuyu, ramen, udon, aceto di riso e una scatola di 大福餅 (daifukumochi).
大福, daifuku, significa letteralmente "grande fortuna" ed, infatti, la loro tradizione vuole che vengano consumati il giorno dello 正月, shougatsu, il 1° gennaio, ossia il capodanno.
Secondo la tradizione, il mochi viene preparato durante una cerimonia detta mochitsuki. E' un dolce fatto di riso pestato in un mortaio fino ad ottenere un impasto gelatinoso a cui viene data la tipica forma rotondeggiante.
Forse non tutti sanno che, mentre noi, per pareidolia, vediamo nella luna piena, un viso, i giapponesi vedono un coniglio che prepara il mochi in un mortaio!

Questo è il famoso月の兎 (tsuki no usagi), ossia il coniglio lunare. Questo nome non vi ricorda qualcuno?! Ehhh sì!! Proprio lei!! La combattente che veste alla marinara: Usagi Tsukino!

Ciò detto, tengo a precisare che io non ho mai assaggiato i mochi, ma, da quanto ho letto, il loro sapore non deve essere proprio esaltante!! Proverò comunque ad assaggiarli!
Terminata la fase culinaria del viaggio, siamo andati ad appoggiare le nostre cose in hotel e, parcheggiata la macchina, ci siamo diretti a piedi alla volta del centro.
Quello che mi affascina ogni volta di Milano sono i palazzi. Un insieme di stile romanico, barocco, gotico e moderno. Non sono un'esperta di architettura ma sono tanti gli edifici che catturano la mia attenzione per bellezza, particolarità o imponenza.
Queste alcune delle foto che ho scattato in diversi punti della città:









Col sopraggiungere della sera, abbiamo potuto ammirare la città decorata da un'infinità di luci di Natale. Se qualcuno conosce il Led Festival sa di cosa sto parlando! Non semplici luci ma spettacolari decorazioni led per le strade del centro! Questa è stata sicuramente la sorpresa più grande per una, come me, che ama tutto ciò che è illuminazione!

E poi LUI! La più bella cattedrale per me mai costruita! Adoro il Duomo di Milano!

In piazza avevano preparato un altissimo e bellissimo albero di Natale, inaugurato e acceso per la prima volta proprio sabato sera, dopo uno splendido spettacolo di luci laser proiettate sul palazzo di fronte.

La domenica è stata meno piacevole in quanto gran parte della giornata è stata occupata dal JLPT. L'inizio era stato fissato per le h12.00 ma, tra una pratica burocratica e un'altra, siamo entrati in aula solamente alle 13.15.
Prima parte: kanji. 25 minuti sono davvero pochi. In questa prova ho avuto solo due esitazioni ma mi sono ritrovata alla scadenza del tempo senza poter neppure riguardare.
Seconda parte: grammatica e comprensione del testo. 50 minuti. Beh.... Io temevo la parte di ascolto, ma solo perchè non avevo ancora visto questa! Caaaaavoliiiii!!! Gli esercizi erano completamente diversi rispetto a quelli degli esami passati. Quest'anno hanno cambiato tutto. Qui altro che 50 minuti! Mi sarebbero servite 2 ore!!
Terza prova: ascolto. 30 minuti. Alla fine molto meglio di quanto credessi. Non mi pare di aver sbagliato troppe risposte.
Per l'esito bisognerà aspettare la fine di febbraio.
Vedremo...

Nessun commento:

Posta un commento