sabato 27 marzo 2010

Il sogno si avvera!

Cos'hanno in comune

2 PASSAPORTI
YEN
GUIDA DI TOKYO
PERSONALIZZATA
MAPPA TI TOKYO

ESATTO!!!!!!!
Finalmente potrò realizzare uno dei miei più grandi desideri ossia volare fino a Tokyo! Finalmente potrò vedere e capire cosa significa essere a Tokyo!
Il volo è fissato per il 9 aprile e il tempo sembra non passare mai!
Circa 6 mesi fa avevo creato un post intitolato Voglia di Sol Levante in cui avevo deciso di elencare, man mano che ne venivo a conoscenza, i luoghi che avrei voluto visitare il giorno in cui avrei potuto andare a Tokyo.
Al primo posto avevo messo Gundam a dimensioni reali nella baia di Odaiba. Beh, troppo tardi! Gundam è stato smantellato a settembre e probabilmente verrà riassemblato a giugno in una città diversa. Uffa.
Al secondo posto il Canadian World. Non potrò visitare neanche questo dato che pare sia fallito 10 anni fa! Inoltre si trovava sull'isola di Hokkaido!
Al terzo posto il Ghibli Museum. Ho visto un documentario su questo museo proprio l'altro ieri. Non sono una grande fan di Miyazaki. Ho visto i suoi film più recenti come La città incantata, Il castello errante di Howl e Ponyo sulla scogliera e li ho trovati carini. Ma tra questo e dire che sono una sua fan ne passa! Comunque, tornando al documentario, ho potuto capire che il museo non offre grandi attrazioni, al di là del robot gigante di Laputa. Non è dato molto spazio ai protagonisti delle sue opere che trovano spazio solo in qualche raffigurazione. Diciamo che Miyazaki si è concentrato di più sulla struttura architettonica, cercando di ricreare un luogo fantastico, che lasciasse spazio alla fantasia e all'immaginazione dei più piccoli. La vera curiosità è che per realizzare il suo progetto, Miyazaki si è ispirato alla città di Calcata, un piccolo paesino poco distante da Roma. La parte vecchia di Calcata consta di una manciata di case arroccate su una montagna e circondate da mura di fortificazione. Lo spazio esiguo ha fatto sì che le costruzioni fossero molto vicine le une alle altre, creando un fitto dedalo di cunicoli, vicoletti e scalinate. Il Ghibli Museum riproduce proprio questa sensazione di labirinto, con passaggi che diventano via via sempre più bassi o percorsi senza uscita. A conti fatti, probabilmente non vale la pena di essere visitato in questo viaggio di soli 10 giorni.
Avevo pensato di dedicare anche un giorno alla visita della città di Hakone, da raggiungere con lo Shinkansen, il treno proiettile. Da questa città si può godere di una delle migliori viste del Monte Fuji. Però, stando alle recensioni trovate in internet, bisogna essere davvero fortunati! Infatti pare non sia così semplice vedere il Fuji: la giornata deve essere davvero tersa e limpida. Quindi, essendo che lo Shinkansen è un treno carissimo, essendo che il viaggio da Tokyo ad Hakone richiede quasi 2 ore e essendo che c'è il rischio di arrivare là e di non vedere niente, credo che rinuncerò anche a questa tappa!
Nella scaletta, restano però quasi certi il Bandai Museum e la Toei Gallery, che, essendo anch'essi un pò fuori Tokyo, richiederanno un giorno ognuno.
Quindi, qui di seguito il programma a grandi linee:

Venerdì: Volo h11.20
Sabato: Arrivo h9.30 (24h di viaggio...non male.....!) Visita ad Asakusa e Ueno
Domenica: Harajuku e Shinjuku
Lunedì: Akihabara
Martedì: Ikebukuro e Nakano
Mercoledì: Shibuya e Roppogi
Giovedì: Toei Gallery
Venerdì: Bandai Museum
Sabato: Odaiba
Domenica: Tokyo e Ginza
Lunedì: Akihabara
Martedì: Volo h11.30 (sigh -_-)

A parte il primo ed il secondo giorno, che sono fissi, il resto del programma è modificabile in base alle condizioni climatiche e alla voglia!
Il nostro hotel è ad Asakusa, quindi, dopo un viaggio simile, non credo avrò tanta voglia di allontanarmi da lì!

Nessun commento:

Posta un commento