venerdì 5 giugno 2009

Shogakukan: quando il dizionario fa la differenza

A distanza di un mese dall'inizio delle lezioni con Naruse-sensei, ho pensato fosse arrivato il momento di fare un upgrade di dizionario! Già, perchè pare che i giapponesi ci battano anche nel fare dizionari! Il non plus ultra dei dizionari Italiano-Giapponse e Giapponese-Italiano arriva direttamente dal Sol Levante ed è lo Shogakukan. I volumi non sono grandi come quelli che siamo abituati a vedere. Infatti, quando oggi ho aperto il pacco ho subito pensato di aver fatto un acquisto sbagliato. I due volumetti sono grandi all'incirca come un libro normale e lo spessore è contenuto. Le pagine sono sottilissime. Mi ricordano quelle della Bibbia che mi hanno fatto acquistare alle medie per l'ora di religione! Anche quelle sembravano di carta velina! Immagino che lo facciano per contenere appunto le dimensioni. Comunque ogni singolo dizionario, acquistato qui in Italia, costa 120 euro. Io ho avuto la fortuna di trovarli entrambi in internet per 120 euro complessivi e oggi ho potuto finalmente toccarli con mano!
C'è però una differenza sostanziale col dizionario Zanichelli che ho usato fino a ieri. Mentre in quest'ultimo, nella parte giapponese-italiano, le parole sono scritte in romaji (ossia con alfabeto occidentale) e ordinate quindi secondo questo alfabeto, nello Shogakukan le parole sono in Hiragana o Katakana e seguono quindi l'ordine: a i u e o, ka ki ku ke ko, sa shi su se so, ecc.
Il risultato è che ci ho messo 10 minuti a trovare il significato di una parola! Ma immagino sia questione di farci l'abitudine..... Speriamo!! ^_^'
Ringrazio comunque Marco che mi ha spedito alla velocità della luce i dizionari e che ha espresso il desiderio di conoscere i miei progressi nello studio di questa lingua che ama anche lui.
Mata ne!

Nessun commento:

Posta un commento